La relazione tra uomini e pietre, cristalli, minerali si perde nella notte dei tempi.

L’età della pietra è chiamata così proprio perchè i nostri antenati, in quell’era, cominciarono ad utilizzare parti di roccia per costruire utensili.

UNO SGUARDO NEL PASSATO

Le antiche cività utilizzavano i cristalli non solo come ornamento ma anche per:

  • protezione,
  • durante i viaggi e
  • per pratiche spirituali.

Si dice che in Atlantide avessero conoscenze tecnologiche molto avanzate che comportavano l’utilizzo di cristalli e che fu propio l’abuso di questa tecnologia che distrusse questa civiltà.

Fin dal 5000 a.c i Sumeri utilizzavano perle di ossidiana, corniola e lapis per realizzare gioielli, indossavano amuleti e credevano nel loro potere protettivo.

Gli imperatori cinesi della dinastia Han venivano seppelliti in elaborati vestiti di giada, simbolo di ricchezza e potere.

Gli Egizi:

  • indossavano gioielli in pietra dura che poi inserivano anche nelle tombe,
  • posizionavano un cristallo trasparente sulla fronte dei morti perchè credevano che li avrebbe guidati nell’aldilà,
  • trituravano i minerali per ricavarne coloranti per il corpo (Cleopatra utilizzava il lapis e la malachite in polvere come ombretto).

I soldati romani e i gladiatori indossavano talismani in pietra così come i nativi americani.

Durante il Medioevo gli alchimisti studiarono le proprietà dei cristalli e crearono pozioni ed elisir.

Molte sono le leggende che riguardano minerali e cristalli:

  • dal granato di Noè sull’arca per indicare la strada,
  • al quarzo rosa formato da una rosa caduta a terra dopo l’uccisione di due amanti,
  • dal quarzo ialino chiamato dai Greci cristallo perchè si pensava fosse un ghiaccio particolare,
  • all’ametista che protegge dall’ubriachezza.

Oggi, come scrive Katrina Raphael, i cristalli vengono percepiti in modo diverso a secondo di chi li osserva: possono essere considerati oggetti inanimati e privi di significato o fonti di luce, energia, guarigione, simboli di perfezione e guide spirituali.

Il regno minerale è un prezioso dono della terra che desta, nella maggior parte degli uomini, stupore e ammirazione per l’incredibile varietà di forme e colori che lo contraddistingue.

Occorre però fare un’importante precisazione sul significato di pietra, minerale e cristallo.

PIETRA, MINERALE E CRISTALLO

Le pietre sono una massa o un frammento di roccia, la roccia è un’associazione di uno o più minerali; vengono estratte e lavorate in modo diverso, tagliate fino ad ottenere le gemme preziose che si utilizzano in gioielleria.

Le pietre burattate, sono chiamate così perchè vengono posizionate allo stato grezzo in una macchina chiamata buratto che le leviga naturalmente.

Minerale è il nome generico di tutte le sostanze naturali prive di vita che costituiscono la crosta terrestre; sono minerali gli elementi come:

  • oro,
  • argento e rame,
  • i gessi,
  • il sale da cucina,
  • i quarzi.

La maggior parte dei minerali è composta da cristalli.

Il cristallo è una sostanza allo stato solido che si presenta esternamente in forma poliedrica, gli atomi o le molecole sono disposti in una forma geometrica regolare che si ripete secondo una struttura definita, il reticolo cristallino.

Le forme specifiche dei cristalli sono:

  • isometrico o cubico, come il granato e la pirite,
  • tetragonale, come lo zircone,
  • esagonale come lo smeraldo e l’apatite,
  • ortorombico come il topazio e il peridoto,
  • monoclino come l’epidoto,
  • triclino come la rodonite e l’amazzonite,
  • trigonale come i quarzi.

Attenzione perchè cristallo può essere anche un tipo di vetro molto trasparente, cioè artificiale.

I minerali si formano spontaneamente in natura in diversi modi:

  • possono essere di origine magmatica,
  • prodotti dalla condensazione di gas o
  • di origine sedimentaria.

La varietà è data:

  • dalla forma del reticolo cristallino,
  • dai componenti chimici,
  • dalla durezza e resistenza.

CRISTALLI IN TV, COMPUTER E SMARTPHONE

Oggi i cristalli vengono utilizzati molto a livello tecnologico: sappiamo che sono conduttori di energia e che grazie all’effetto piezolettrico possono anche produrla; gli orologi al quarzo funzionano proprio grazie all’energia che i quarzi emettono se stressati.

I cristalli di silicone, il silicone è uno degli elementi primari del quarzo, sono il cuore della tecnologia dei computer, quando salviamo le informazioni su un chip stiamo di fatto utilizzando un quarzo; cristalli vengono utilizzati per gli schermi LCD (liquid crystals display), per i leds, gli ultrasuoni, i sonar.

I minerali abitano la terra da prima del genere umano, eppure gli scienziati solo ora cominciano a realizzare l’enorme potenziale che racchiudono a livello tecnologico.

 

Ma, così come sono parte integrale della tecnologia, possono diventare un valido strumento per migliorare la nostra vita quando “lavoriamo” con loro a livello energetico, e questo l’uomo l’ha sempre saputo.