fbpx

Nella frenesia della vita moderna, è facile sentirsi intrappolati in una mentalità di mancanza e limitazione, concentrati su ciò che non abbiamo anziché apprezzare ciò che possediamo

L’ego spesso assume il comando dei nostri pensieri e azioni, ci spinge a pensare solo a noi stessi, impedendoci di raggiungere la pace interiore, l’accettazione e la felicità che meritiamo.

Ma come possiamo liberarci da questa mentalità di scarsità e abbracciare l’abbondanza in tutte le sue forme?

Prima di tutto dobbiamo comprendere che l‘abbondanza è uno stato mentale e per raggiungerlo dobbiamo capire come funziona la nostra coscienza.

Spesso confondiamo il valore del nostro lavoro con lo stipendio che percepiamo e questo influisce sulla nostra autostima: questo non rispecchia la nostra vera natura.

La parola sanscrita “Dharma” significa trovare il nostro modo di vivere in armonia con noi stessi e gli altri, la ricerca del modo più autentico e naturale di vivere.

Purtroppo, la frenetica vita moderna ci allontana da questa consapevolezza profonda, conducendoci a vivere superficialmente anziché in sintonia con il nostro sè.

Il Dharma non sazia i nostri desideri superficiali, ci guida verso l’essenza più pura del nostro essere.

Il segreto sta nel connettere chi pensiamo di essere con la nostra autentica natura, viaggiare verso l’autenticità, riconoscere che l’ego non è altro che un’illusione che ci allontana dalla verità.

Quindi, non perdiamo tempo a concentrarci solo sui nostri bisogni materiali ma cerchiamo di andare oltre, iniziando a comprendere la vera essenza della prosperità interiore.

Una volta che avremo raggiunto questo stato mentale, la nostra vita sarà piena di abbondanza.

Raggiungere la ricchezza sembra impossibile quando siamo bloccati dalla paura o dall’ego, entrambi imitazioni del nostro vero io che si fingono reali.

L’abbondanza non è solo una questione di ottimismo o pensiero positivo; richiede una trasformazione radicale della nostra identità e una profonda connessione con l’intelligenza creativa che risiede in noi.

La chiave per allinearci con l’intelligenza creativa è seguire il flusso dei nostri chakra, centri energetici del nostro essere.

Attraverso di essi, possiamo esprimere le nostre qualità più autentiche:

  • Beatitudine dal chakra della corona
  • Intelligenza dal chakra del terzo occhio
  • Espressione di sé dal chakra della gola
  • Amore dal chakra del cuore
  • Autoaffermazione dal chakra del plesso solare
  • Piacere dal chakra sacrale
  • Sicurezza e protezione dal chakra della radice

La meditazione è uno strumento potente per lavorare con i chakra, e può essere ulteriormente potenziata dall’uso dei cristalli, che amplificano e dirigono l’energia in modi specifici.

Ad esempio, meditando sul chakra del cuore con un cristallo di quarzo rosa, possiamo rafforzare le nostre emozioni e l’amore per noi stessi, mentre meditando sul chakra della radice con un quarzo fumo, possiamo trovare sicurezza e radicamento nel mondo fisico.

Comprendere e lavorare con i chakra non solo ci permette di riconoscere le infinite possibilità che la vita ha da offrire, ma ci aiuta anche a organizzare ogni aspetto della nostra esistenza in modo che possiamo raggiungere il massimo appagamento possibile.

È un viaggio verso la prosperità interiore, un cammino che ci porta a una vita di autenticità, pienezza e abbondanza in tutte le sue forme.

“Se ti allinei con l’intelligenza creativa attraverso i chakra essa organizza senza sforzo pensieri, parole e azioni da un livello più profondo di quello della superficie della mente dove l’aleatorio gioco dei pensieri è casuale”.

Dottor Deepak Chopra, il suo libro “Abbondanza” è stato l’ispirazione per questo articolo.

Ti può interessare: